Header Ads

Header ADS

alle donne piace la doppia penetrazione

 


 alle donne piace la doppia penetrazione



“Merda, ora è davvero sceso. Abbiamo nevicato di sicuro".

Sto ascoltando il mio compagno di stanza lamentarsi di nuovo della tempesta di neve che ha colpito la scorsa notte e che dovrebbe durare per almeno altri due giorni.

“Ehi Cory, rilassati amico. Finché riusciremo ad arrivare al sindacato studentesco non moriremo di fame".

Si voltò a guardarmi con evidente disgusto sul volto.

"Non è il cibo di cui ho bisogno, è il culo della mia ragazza che ho bisogno e con questa tempesta non c'è modo che la sua coinquilina se ne andrà dandoci la possibilità di scopare."

L'ho sentito dire così dalla mattina ed è almeno la decima volta.

"Non ti ucciderà."

"Ti sembrerà di sì, però."

Probabilmente sono stufo della tempesta quanto lui come avevo intenzione di fare qualche escursione nei boschi ai margini della città, ma non c'è modo, quindi sono bloccato qui proprio come lui. Le ore per lui si trascinano mentre io riesco a tenermi impegnata a studiare.

Arrivare a cena è stata una sfida poiché la tempesta era aumentata. Siamo infagottati contro il freddo. Arrivare al sindacato studentesco ha richiesto il doppio del tempo normale e, naturalmente, la fila era lunga, ma tutto ciò che puoi fare è aspettare sperando che non finiscano il cibo.

Alla fine abbiamo avuto un pasto decente che abbiamo avuto secondi e terzi probabilmente più per noia che per fame. Poi, prima di lasciare il sindacato studentesco, abbiamo fatto la spesa per quanto più cibo spazzatura potevamo, quindi siamo tornati nella nostra stanza dove ci siamo tolti i vestiti ingombranti. La TV era accesa e navigava tra i canali finché non ci siamo imbattuti in un vecchio film di guerra con protagonista il duca. Ci siamo sistemati per guardare un film che abbiamo visto ciascuno almeno una dozzina di volte, ma che altro diavolo c'è da fare. Quando il film è finito, Cory ha ricominciato a lamentarsi del bisogno di scopare qualcosa o sarebbe impazzito.

“Non guardarmi. Se sei così arrapato, vai in bagno e masturbati."

"Semplicemente non capisci amico, ho bisogno di scopare qualcosa."

Detto questo l'ho visto guardarmi in un modo che non mi piaceva.

“No Cory; lascia perdere, amico.

Si alzò e andò al suo comò dove prese il portafoglio aprendolo prese dei soldi.

«Ho cinquanta dollari, amico; è tutto tuo se mi lasci...» Non finì quello che stava chiedendo e io lo fissai. Beh, era più come se stessi fissando i soldi. Sono completamente al verde in attesa di soldi dai miei genitori che li avevo implorati di inviare.

"Cinquanta dollari, è tutto tuo."

"E non lo dirai mai a nessuno?"

"Le mie labbra saranno sigillate."

Ho esitato diversi minuti andando avanti e indietro per farlo o meno, ma quel denaro ha vinto sulla mia paura di qualsiasi dolore.

"Dammi i soldi e ci sono le regole."

"Certo amico, qualsiasi cosa tu dica."

Gli ho preso i soldi infilandoli nella tasca anteriore destra dei miei jeans.

“Regola numero uno: se fa troppo male l'affare è saltato e ti vengono restituiti i soldi. Regola due: se ti dico di ritirarti e non lo tiri fuori abbastanza racconti erotici velocemente, perdi i tuoi soldi. Regola tre: non dimenticare le regole uno e due. Fatto?"

"Si Ho capito. Niente sudore".

Non sono ancora così sicuro di questo, mi sono alzato e sono andato al mio comò alla ricerca di qualcosa da usare come lubrificante. In nessun modo mi metterà quel mostro nel culo senza di esso. Dopo aver rovistato un po' mi sono imbattuto in un tubetto di crema solare. Di sicuro non ne ho bisogno con una grande tempesta di neve fuori.

"Te lo metterai sul cazzo prima ancora di provare a spingerlo dentro. Questa è la regola numero quattro."

Afferrò il tubo e continuò a fissarmi. Ho pensato che non c'era modo di ritardare ulteriormente. Mi tolsi la maglietta, mi chinai e mi tolsi i calzini. Le scarpe erano tolte non appena siamo entrati nella stanza. Quando mi sono alzato di nuovo sono rimasto scioccato nel vederlo già nudo e il suo cazzo è duro come una roccia puntato proprio verso di me. Vedendo di nuovo le dimensioni, ho avuto dei ripensamenti su questo, ma i soldi nella mia tasca dicono di togliermi i vestiti e farlo fare così ho aperto i miei jeans, poi li ho spinti e le mie mutande. Poi ho capito che non avevo idea di come sarebbe stato fatto.

"Va bene Cory, come accadrà?"

"Amico, tutto ciò che devi fare è sdraiarti sullo stomaco e io faccio tutto il resto."

"Va bene, ma il tuo letto, non il mio."

"Certo amico, è fantastico."

Mi seguì come un cucciolo nel suo letto dove mi sdraiai come aveva detto. Ho guardato oltre la mia spalla mentre spruzzava la crema solare nella mano destra e poi se la spalmava su tutto il cazzo. Poi salì sul letto mettendomi a cavalcioni la mano ancora sul suo cazzo. Si chinò e mentre giravo la testa ho sentito quel mostro premere contro il mio buco del culo. Sembrava che stesse cercando di spingerlo dentro con molta più forza del necessario, ma mi sono fermato così velocemente.

“Cory, rallenta. Vacci piano amico, piano.”

"Si, come no; scusate."

Dopo di che si è rilassato un po' ma stava ancora spingendo con il suo cazzo. Sembrava che il mio buco del culo venisse allungato e allungato. Immagino che quando si allarga abbastanza il suo cazzo scivolerà dentro ed è proprio così che ha funzionato. Quando ero certo che non potevo più essere allungato e stavo per dirgli di dimenticarlo, è scivolato dentro di me. Sapevo che dovevo costringermi a rilassarmi o questo sarebbe stato un grande
disastro. Forse è questo che mi ha salvato, ma finora l'unica cosa che sento è la pressione mentre si rilassa più a fondo.

"È tutto dentro?" Ho chiesto.

"Circa metà."

"Oh merda." gemevo in silenzio.

Spinse e spinse allentando sempre più il cazzo nel mio culo. Continuavo a costringermi a rilassarmi il più possibile, ma mi aspettavo ancora dolore in qualsiasi momento. Quando ho sentito il suo inguine premere contro le mie natiche non due donne che fanno l amore potevo crederci. Non avevo bisogno di chiedere se ho tutto perché è piuttosto ovvio che ce l'ho.

Una volta entrato fino in fondo, ha smesso di muoversi, forse permettendomi di adattarmi ad avere un ariete nel culo. Almeno questo è come ci si sente.

"Cosa hai detto?" Ho chiesto.

"Vuoi solo sapere se ti sto facendo del male?"

“Va bene per ora Cory, ma stai tranquillo. Non iniziare a martellarmelo dentro."

"Sì, vero amico."

Fu allora che si tirò indietro di qualche centimetro e poi lentamente tornò indietro. Dopo alcuni altri colpi mi sentii rilassato ancora di più con la consapevolezza che non c'era dolore. Forse il mio ulteriore rilassamento ha aiutato di più perché ora sembra che stia scivolando molto più facilmente dentro di me. Ora sta prendendo colpi molto lunghi e lenti tirando indietro fino a quando solo la sua testa del cazzo è ancora nel mio culo, quindi spingendo indietro fino in fondo. Ha continuato ad accarezzare e accarezzare in quel modo. Ora, ovviamente, voglio che venga e finisca con questo, ma poi è successa la cosa più strana. Si è spostato un po', chissà perché, e sembra che si stia sfregando contro qualcosa e quel qualcosa si sente molto, molto bene. Più continua ad accarezzare, migliore è la sensazione. In realtà sento che sto per venire e sono sbalordito da questa realizzazione. Non mi sarei mai aspettato che si sentisse bene. Non nei miei pensieri più sfrenati su questo ho pensato che mi sarebbe piaciuto.

Ora sta accelerando e questo mi fa sentire ancora meglio. È così fantastico, così fantastico che mi metto una nocca in bocca da mordere per impedirmi di gemere di piacere per ciò che il suo cazzo mi sta facendo. Ora mi sta davvero scopando velocemente e con forza martellandomi dentro facendo esattamente quello che gli ho detto di non fare, ma non ho fatto alcuno sforzo per fermarlo. Non voglio assolutamente che ciò che mi sta facendo finisca. Ora sta variando la sua velocità e la profondità delle sue spinte facendomi impazzire di piacere. Poi è iniziato, ma è stato come non avevo mai avuto prima. Non c'era pulsazione del mio cazzo. Sembrava più che qualcuno avesse aperto un rubinetto. Sono consapevole che lo sperma sta uscendo da me, ma a differenza dello sperma con cui ho familiarità; uno sperma che finisce in pochi spruzzi, questo sperma continua ad andare e venire. È tutto quello che posso fare per non gridare con il piacere che sto avendo tutto causato dal cazzo mostruoso di Cory che mi scopa il culo.

Anche se non sono consapevole del passare del tempo, deve essere durato almeno due minuti senza alcuna indicazione che finirà. È stato allora che Cory mi ha piantato il suo cazzo in alto nel culo e l'ho sentito sborrare e, oh mio dio, il mio sperma in qualche modo è migliorato ancora. Riesco a sentire il cazzo di Cory pulsare ancora e ancora nel mio culo. Riesco a sentire il suo sperma salire dentro di me. Quattro, cinque, sei volte viene prima che finisca per lui e con la fine del suo spingere il mio sperma lentamente, molto lentamente si è concluso. Nessuno di noi ha detto una parola mentre crollava sulla mia schiena, il suo peso mi sembrava molto buono in questo momento. Posso sentirlo mentre lentamente riprende il controllo del suo respiro.

“Oh dio amico, ne ho mai avuto bisogno. Wow, che cazzo."

"Cory, puoi raggiungere i miei pantaloni?"

"I tuoi pantaloni? Vuoi vestirti adesso?"

"Prendi solo i miei pantaloni."

Lo sentivo muoversi sopra di me e temevo che si sarebbe tirato indietro nella sua lotta per allungarsi abbastanza da raggiungerli.

“Uh, eh. Solo un po' di più. Ecco, li ho presi.

Sono stato in grado di armeggiare con i pantaloni abbastanza da infilare la mano nella tasca anteriore destra e tirare fuori i cinquanta dollari.

"Ecco Cory."

“Lo restituisci? Non capisco."

"Ti serviranno i soldi così potrai pagare per fottermi di nuovo."

Nessun commento

Powered by Blogger.